Adriano Bernardini il mondo cristiano è abituato ad uccidere, uccidere, …

in Senza categoria

Comment on Le Pen, Trump, Salvini: risposte ad un mondo che cerca certezze by Sebastiano Ciraso.

Adriano Bernardini il mondo cristiano è abituato ad uccidere, uccidere, uccidere:
Vittime della fede cristiana
– Nel 782, Carlo Magno fece tagliare la testa a 4.500 Sassoni che non volevano farsi convertire al cristianesimo.
– I contadini di Steding, nella Germania settentrionale, ribellatisi per non poter più sopportare l’esosa pressione fiscale, vengono massacrati il 27 maggio 1234 da un esercito crociato, e le loro fattorie occupate da devoti cattolici. Vi persero la vita tra 5.000 e 11.000 uomini, donne e bambini.
– Assedio di Belgrado nel 1456: nell’espugnazione della città vennero uccisi non meno di 80.000 musulmani.
– XV secolo in Polonia: ordini cavallereschi cristiani saccheggiano 1.019 chiese e circa 18.000 villaggi. Quante persone cadessero vittime di tali gesta, non s’è mai certificato.
– Dal 9/9 al 16/9/1096, durante l’assedio della città residenziale turca Nikaia, cavalieri francesi cristiani massacrano migliaia di abitanti, facendo a pezzi e bruciando vivi vecchi e bambini.
-A consimili azioni belliche partecipano, il 26/9/1096, durante la conquista della fortezza di Xerigordon, cavalieri crociati tedeschi.
In complesso, fino al gennaio 1098, vengono espugnate e saccheggiate 40 capitali e 200 fortezze. Non si conosce il numero delle vittime.
– Il 3 giugno 1098 le armate crociate conquistano Antiochia. In quell’assedio vengono uccisi tra 10.000 e 60.000 musulmani.
– Il 28 giugno 1098 furono ammazzati altri centomila turchi musulmani, donne e bambini compresi. Negli accampamenti turchi – narra il cronista cristiano – i crociati trovarono non solamente ricco bottino, tra cui «moltissimi libri in cui erano descritti con esecrandi segni i riti blasfemi di turchi e saraceni», ma bensì anche «donne, bambini, lattanti, parte dei quali trafissero subito, e parte schiacciarono sotto gli zoccoli dei loro cavalli, riempiendo i campi di cadaveri orribilmente lacerati».
– il 15 luglio 1098, venne espugnata Gerusalemme, dove vennero ammazzati più di 60.000 persone, tra ebrei e musulmani, uomini, donne e bambini.
– Nella battaglia di Ascalon, il 12 agosto 1099, vennero abbattuti 200.000 infedeli «in nome del nostro Signore Gesù Cristo»
– il massimo genocida prima di Hitler – incominciò la crociata contro gli eretici albigesi. La città di Beziérs (nel sud della Francia) venne rasa al suolo il 22 luglio 1209, tutti gli abitanti massacrati, compresi i cattolici, che avevano rifiutato l’estradizione degli eretici. Il numero dei morti viene stimato tra 20.000 e 70.000.
– Dai primi tempi del cristianesimo fino al 1484 invalse la consuetudine di mandare a morte persone, perlopiù donne, che si credevano dotate di poteri soprannaturali, malefici e stregonici. I processi per stregoneria, dal 1484 al 1750, molte centinaia di migliaia di sospetti o colpevoli di pratiche stregoniche – secondo le stime degli storici – furono condannati a morte sul rogo o in seguito alle torture; percentualmente, i quattro quinti di essi erano donne.
-1568: il tribunale spagnolo dell’Inquisizione decreta l’eliminazione di tre milioni di Olandesi ribelli nei Paesi Bassi, allora sotto il dominio spagnolo. Per cominciare, 5.000, o forse 6.000 protestanti vennero annegati dalle truppe spagnole della cattolicissima Spagna.
-1572: a Parigi, e in altre città francesi, 20.000 protestanti Ugonotti vengono assassinati per ordine del papa Pio V, nell’offensiva nota come Notte di San Bartolomeo. Fino alla metà del secolo successivo, oltre 200.000 profughi Ugonotti dovranno lasciare la Francia.
– Guerra dei Trent’anni: nel 1631, la città protestante di Magdeburgo viene saccheggiata e rasa al suolo da truppe cattoliche, che massacrano 30.000 protestanti, metà della popolazione.
– Nell’anno 1010 il vescovo di Limoges fece espellere o sopprimere gli ebrei della città che non volevano convertirsi al cristianesimo.
-1096: all’inizio della prima Crociata furono uccisi in Europa migliaia di Ebrei, complessivamente forse 12.000. Le città più colpite furono Worms (18/5/1096), Magonza il 27/5 (dove furono trucidati 1.100 ebrei).
-1096: all’inizio della prima Crociata furono uccisi in Europa migliaia di Ebrei, complessivamente forse 12.000. Le città più colpite furono Worms (18/5/1096), Magonza il 27/5 (dove furono trucidati 1.100 ebrei).
-1235: uccisione pubblica di 34 cittadini ebraici.
-1257 e 1267: eliminazione della comunità ebraiche di Londra, Canterbury, Northampton, Lincoln, Cambridge e altre città, con numero imprecisato di vittime.
-1348: si bruciano sul rogo gli ebrei di Basilea e di Strasburgo, complessivamente 2.000 persone
-1349: in oltre 350 città della Germania vengono soppressi tutti gli Ebrei, perlopiù bruciati vivi.
-1389: vengono macellati a Praga 3.000 cittadini di fede ebraica.
-1391: a Siviglia e in Andalusia, sotto la guida dell’arcivescovo Martinez, vengono soppressi circa 4.000 ebrei. Mentre altri 25.000 vengono venduti come schiavi.
-1492: nello stesso anno in cui Colombo spiegava le vele per conquistare il Nuovo Mondo, più di 150.000 Ebrei, molti dei quali perirono nell’ostracismo, venivano scacciati dalle città della Spagna.
-1648: in Polonia, durante i famigerati “massacri di Chmielnitzki”, vengono sterminati circa 200.000 ebrei.
-Alle fine il genocidio perpetrato dalla Germania nazista; 5-6 milioni di ebrei, di ogni sesso ed età.
-genocidio dei indiani d’America; 100 milioni di indiani (pellerossa) morirono a causa dei colonizzatori.
– In Croazia, negli 1942-43, v’erano numerosi campi di sterminio, organizzati dai cattolici ustascia agli ordini del dittatore Ante Pavelic, un cattolico praticante ricevuto regolarmente dall’allora papa Pio XII. Vi erano persino campi di concentramento speciali per bambini! Nei campi croati venivano soppressi soprattutto serbi cristiano-ortodossi, ma anche un cospicuo numero di ebrei.
-Nella guerra del vietnam, i numeri delle vittime civili sono 2.000.000 vietnamiti, 700.000 cambogiani, 50.000 laotiani
– Il genocidio del Ruanda; il numero delle vittime sono circa 800.000 o 1.000.000 di persone.
-La guerra d’Algeria, il numero delle vittime sono circa 250.000
-Il razzismo negli Stati Uniti d’America; migliaia neri africani linciati dai gruppi razzisti come ku klux klan.
-La schiavitù negli Stati Uniti d’America, i milioni Africani sono trasportai come schiavi a nuova Terra.
-Afghanistan (intervento sovietico 1978-92) i numeri delle vittime sono 1.500.000.
-La guerra dell’Afganistan; il numero delle vittime sono circa più di 100.000.
-La guerra dell’Iraq; dal 2003 al 2011, circa mezzo milione di iracheni hanno perso la vita.
-I bombardamenti atomici di Hiroshima e Nagasaki in Giappone; Il numero di vittime dirette è stimato da 100 000 a 200 000 quasi esclusivamente civili.

Sebastiano Ciraso Also Commented

Le Pen, Trump, Salvini: risposte ad un mondo che cerca certezze
certo viviamo in un momento di grande insicurezza sociale ed economica…sperare che Salvini possa darci sicurezza in questi campi,penso sia una boutade,peggio ancora pensare che gli americani cerchino sicurezza in Trump…Bisognerebbe chiedersi come mai i francesi si sono talmente spaventati riguardo alla Le Pen…piu’ che esserne rassicurati…da correre a votare al II turno per una veramente strana alleanza…


Le Pen, Trump, Salvini: risposte ad un mondo che cerca certezze
La le pen e salvini a volte dicono qualcosa di condivisibile , tra tante cose discutibili, ma trump proprio non ha senso, da qualunque parte giri i suoi discorsi!


Le Pen, Trump, Salvini: risposte ad un mondo che cerca certezze
È la chiara conseguenza difensiva , dei popoli uno scrupolo di buon senso ” CONSERVATIVO ” che ripristina l’ordine delle cose , ………..


Recent Comments by Sebastiano Ciraso

Brexit, la grande lezione per l’Unione Europea
e dopo si comincia a vivere.


Brexit, la grande lezione per l’Unione Europea
e dopo si comincia a vivere.


Brexit, la grande lezione per l’Unione Europea
Sicignano tu sei un pidino metterei la mano sul fuoco oppure hai paura perché le palle che ci raccontano ti hanno condizionato a tal punto che ti sei chiuso a guscio comunque se l’Italia fosse composta solo da gente che la pensa come te avremmo perso in partenza io sono contro l’Europa perché l’unione europea e come la barzelletta del comunismo va bene per chi ha il potere il popolo non conta un cazzo non so se ti ricordi l’unione sovietica noi siamo uguali e la Germania fa la parte della Russia


Brexit, la grande lezione per l’Unione Europea
l’ europa germanocentrica a xui i nostri governi per itnavia incapacità e corruzzione ci ha svenduto è un castello di carte e crollerà non per l’ uscita della gran bretagna ma per le contraddizioni insite nella stessa costruzione.


Brexit, la grande lezione per l’Unione Europea
…razziaste e xenofoba…ma un giornalista che veda le boss come sono …non si arriva s fine mese,le passate generazioni lavoravano e risparmiavano..ora perché un operaio non riesce più a comprarsi una casa tranquillamente?