La critica è una pillola amara ma pur sempre una medicina

Tra bestemmie e fattanza: il capodanno trash della televisione italiana

in Tra arte, spettacolo e musica

Le promesse per un capodanno trash ci sono sempre e a maggior ragione quando decidi di trascorrere gli ultimi momenti dell’anno in compagnia di una trasmissione televisiva ma a volte capita comunque di sorprendersi. In poche ore gli italiani, ancora assopiti dall’ascolto del discorso di fine anno del presidente della repubblica (40% di share e la gioia di vivere di un comodino di legno), hanno assistito al festeggiamento anticipato di Rai1 e alla successiva messa in onda di una bestemmia in diretta, riportata nel sottopancia dedicato ai messaggi degli spettatori. Roba che farebbe accapponare la pelle a Tele Ruanda.

Vibranti proteste sono seguite alla vicenda e ogni politico, come il solito, ha deciso di dire la sua, dal bieco comunista mangia bambini all’elegante democristiano accarezza telecamere. Nemmeno i servizi sulle vacanze di Renzi a Courmayeur sono serviti a distrarre l’opinione pubblica.

Salvini ha dichiarato: “Vanno cacciati i dirigenti”. Del resto la Lega è rinomata per il savoir fair e le buone maniere.

Poi quando meno te lo aspetti il colpevole sbuca da Taranto, un ragazzo ventenne, che, prontamente intervistato in questo articolo dal Corriere della Sera ha dichiarato candidamente di aver invitato l’SMS incriminato per festeggiare il capodanno poco dopo aver fatto zapping dal concerto di Gigi D’Alessio. Bastava dirlo subito!!! tranquillo!

A pagare il prezzo della vicenda è stato l’addetto agli sms di mamma Rai, forse l’unica persona che, all’interno della sua programmazione, era riuscita a darci qualche emozione negli ultimi anni. Lui è stato licenziato immediatamente, nonostante continuasse a giurare che l’SMS fosse parte del discorso di fine anno di Grillo.

Ma prima di lamentarci tutti della vecchia storia del canone però vorrei ricordarvi che su Canale 5 (sempre a capodanno) andava in onda Gigi and Friends, un concerto live con (appunto) Gigi D’Alessio che ha portato a casa un lusinghiero 25% di share.

Se già la cosa poteva suonare un tantino trash, a togliere ogni dubbio ci ha pensato Gianluca Grignani in grande spolvero anche lui in versione “brindisi anticipato”.

gianluca-grignani-capodanno
L’espressione eloquente del capodanno trash di Grignani. Fonte: il Giornale

Dopo essersi presentato palesemente alterato sul palco e aver cantante comunque meglio di Gigi D’Alessio nel pieno delle sue facoltà, è stato duramente attaccato sui social. Solo il buon Gigi ha anche provato a difenderlo “Non era ubriaco”. Fa proprio cagare.

Se il buon giorno si vede dal mattino, ci aspettano bestemmie e fattanza. Se non altro non faremo fatica ad ambientarci.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Altri articoli da

No cent

Parliamo di 50 Cent un rapper che, per misteriosi motivi a noi

Capsule terresti

Arriva dallo studio architettonico slovacco Nice, una micro casa mobile per vivere ovunque in
Go to Top