La critica è una pillola amara ma pur sempre una medicina

Stragi USA: un altra tragedia nel paese delle armi.

in Senza categoria

Gli USA si dimostrano ancora una volta un paese tollerante, dove i gay hanno lo stesso diritto degli etero di essere vittime di una strage. Dove una persona qualsiasi ha il diritto di comprare, possedere e usare un fucile d’assalto, senza che nessuno la possa fermare e senza che nessuno se ne chieda il motivo.

Come rimanere sorpresi di fronte all’ennesima tragedia che sconvolge gli Stati Uniti, la peggiore strage di massa provocata da una sparatoria, nella storia degli Usa?In mezzo alle armi, le leggi tacciono. E sembrano non essere mai abbastanza.

Negli Stati Uniti ci sono più armi che persone: un report del Congressional Research Service ha calcolato in 357 milioni il numero delle armi da fuoco contro una popolazione di 318,9 milioni di persone. Del resto il diritto a possedere un arma da fuoco e’ sancito dal secondo emendamento (datato 15 dicembre 1791) e mai modificato nonostante la maggioranza degli americani si dichiari favorevole ad una sensibile restrizione nella vendita. In mezzo alle armi, le leggi tacciono.

Nel paese delle armi riuscirà questa vicenda a produrre una riflessione seria e una legge restrittiva sulle armi da fuoco? o passeremo le giornate ad interrogarci sull’odio omofobo o religioso senza far nulla per cambiare la situazione?

Di certo le altre stragi compiute negli ultimi anni, non hanno portato a nessun cambiamento. Uffici e luoghi di svago, ma anche posti più “delicati” come licei, college, università, perfino scuole elementari, sono stati il teatro di stragi, uccisioni di massa, o anche singoli omicidi, compiute per lo più da ragazzi. Alcuni di questi massacri sono diventata tristemente famosi. E nonostante il loro impatto emotivo sull’intero paese, non sono riuscite a modificare le leggi sul possesso delle armi. Dal 1990, sono state 252 le vittime di sparatorie nelle scuole americane. 174 dal 2000, 27 dopo la strage di Newtown, il massacro nella Sandy Hook School (qui trovate un approfondimento sull’argomento).

Stragi negli USA ed acquisto delle armi in un infografica di Mother Jones
Stragi negli USA ed acquisto delle armi in un infografica di Mother Jones

In generale la rivista Mother Jones ha monitorato le stragi 1982 al maggio dello scorso anno contando almeno 78 incidenti e 547 morti ma se allarghiamo la definizione di sparatorie di massa a quelle che coinvolgono almeno 4 persone, si scopre che solo nel 2015, negli Usa ce ne sono state 352.

Anche il New York Times ha pubblicato un’analisi dettagliata dove emerge che nei casi più famosi degli ultimi tempi tutti gli individui che hanno aperto il fuoco su persone inermi avevano pienamente titolo di possedere un’arma da fuoco.

Ne avevano il diritto, capite? Verrebbe da domandarsi il perché la gente preferisce vedere due uomini che tengono due pistole piuttosto che due uomini che si tengono per mano.

Seguimi su Twitter @stecampagnari

Hai trovato questo articolo interessante? ricordati di condividerlo e/o commentarlo. Alcuni diritti di riproduzione sono riservati leggere attentamente la licenza d’uso.

24 Comments

  1. Negli Stati Uniti sono presenti 360 milioni di armi da fuoco a disposizione di soggetti privati, più di una per ogni abitanteIo credo che una nazione che abbia bisogno di dotare le proprie scuole di metal detector abbia fallito qualcosa. In una nazione dove avvengono 300 stragi all’anno il fallimento è ancora più evidente. Bollare il tutto con la matrice islamica in questo caso è piuttosto riduttivo e penso voglia dire non voler vedere la situazione complessiva, ma le mie in fondo sono solo opinioni.

    View Comment
  2. Come mai la Svizzera è il paese con il maggior numero di armi pro capite e con il minore tasso di delinquenza e violenza…dove i referendum vengono indotti per cose serie e non per le trivelle con il rispetto delle decisioni della gente !Solo questo tipo di democrazia porta risultati concreti per il popolo ed il paese.

    View Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Go to Top